banner orbite

Pin It

Nicola Fazzini, sax contralto & soprano. Nato a Milano il 19 Agosto 1970, intraprende lo studio del sassofono a 16 anni sotto la guita del M° G. Scala. Comincia a suonare molto presto nei locali del Veneto in piccole formazioni, partecipando ai seminari di "Siena Jazz", ed alla manifestazione di Milano "Musica in metrò"; successivamente segue dei corsi di perfezionamento col sassofonista Maurizio Caldura.

Nel 1992 si trasferisce a Graz (Austria) dove frequenta fino al 1997 il dipartimento di Jazz della Musikhochschule, dove ottiene il diploma triennale in sassofono jazz.

Oltre alla normale attività didattica (lezioni di sax con KH Miklin e H Von Kalnein) ha particolare importanza il periodo di studio e l'amicizia con Karl Drewo, straordinario sassofonista austriaco, coetaneo e collaboratore di Joe Zawinul.

All'interno della scuola partecipa a numerosi seminari tra cui quelli con Joe Lovano, Clark Terry, Barry Harris, Bill Dobbins, Bob Brookmeier, Hal Crook e comincia l'attività concertistica: in quartetto e quintetto a proprio nome, ospitando per una tournée Enrico Rava, col nonetto di Berndt Luef (partecipando a rassegne in Croazia, Slovenia e Bosnia), nella MHS Grazer Big Band sotto la direzione del trombettista Steve Gut (con partecipazioni a festival, ospiti Peter Erskine, Ed Neumeister, Bill Dobbins), collabora inoltre con il noto cantante Mark Murphy .

Nel '97 ritorna per un breve periodo in Italia per poi risiedere a Parigi. In questo periodo matura esperienze musicali diverse dal jazz (reggae, klezmer, sonorizzazioni).

Dal '99 vive a Mogliano Veneto (TV). Con Dario Volpi, Danilo Gallo e Zeno De Rossi fonda nel 2000 il gruppo "Palo Alto", col quale registra due Cd ("Palo Alto" e "Crash Test", pubblicato quest'ultimo in Germania) e ha un'intensa attività concertistica partecipando a festival e rassegne in Italia, Germania, Olanda, Francia, Belgio, Austria e Perù.

Nello stesso periodo entra a far parte della "Thelonious Monk Big Band" diretta da Marcello Tonolo; con questa orchestra ha avuto occasione di collaborare con numerosi musicisti ospiti, tra cui Steve Swallaw e Carla Bley. Nel 2007 ha partecipato con questa big band alla registrazione del cd "Night Over", che vede come ospiti Pietro Tonolo, Marco Tamburini e David Boato. Attualmente la big band è impegnata nella presentazione dello spettacolo "I Sillabari" di Goffredo Parise, con la partecipazione dello scrittore Vitaliano Trevisan.

Nel 2002 è finalista del Premio nazionale M. Urbani, uno dei più noti e prestigiosi concorsi di jazz nazionali nel quale ottiene una borsa di studio per i seminari di Umbria Jazz.

Comincia l'attività didattica come insegnante di sassofono, teoria e musica d'insieme presso la scuola "T. Monk" di Mira (Ve), della quale assume la direzione artistica nel 2007

Fonda un quartetto a suo nome che comprende Riccardo Chiarion alla chitarra, Stefano Senni al contrabbasso e Tommaso Cappellato alla batteria; con questa formazione ha registrato il cd "Watch your step", edito nel 2008 da Caligola Records , nel quale sono presenti sue composizioni originali ispirate e dedicate ai musicisti che più hanno ispirato il suo percorso artistico.

Fa parte inoltre del Quintetto di "Elena Camerin", con la quale ha registrato il cd "Grazie dei Fiori?", rivisitazione delle canzoni italiane degli anni '50 in chiave jazz, che vede tra gli altri UT Gandhi alla batteria e Alfonso Santimone al pianoforte; suona inoltre nel sestetto "Shtick" di Zeno De Rossi, che di recente ha registrato e pubblicato un cd ispirato alla musica ebraica e alle sue contaminazioni nel jazz.

Suona inoltre nel quintetto di Marcello Tonolo "Music on Poetry" dedicato a poesie di Philip Larkin e Gregory Corso.

In questi anni ha avuto occasione di collaborare inoltre con: Marc Abrams, David Boato, Bob Bonisolo, Paolo Birro, Bruno Cesselli, Fernando Correa, UT Gandhi, Dave Glasser, Simone Guiducci, Kyle Gregory, Steve Gut, Giovanni Maier, Paul Jeffrey, Sandro Gibellini, Alfred Kramer, Piero Leveratto, Maurizio Nobili, Achille Succi, Glauco Venier, Eliott Zigmund, Jimmy Weinstein, Amiri Baraka, Don Moye, Matt Renzi, Chris Speed, Ron Horton.

Nel 2007 risulta primo nella graduatoria per la docenza di sassofono jazz presso il Conservatorio di Musica "G. Tartini" di Trieste.

Nel 2008 ha ottenuto il diploma del "Biennio specialistico ad indirizzo jazz" presso il conservatorio "A. Steffani" di Castelfranco Veneto con la votazione di 110 e lode. In quest'anno collabora come compositore ed esecutore al progetto teatrale "Imeros" su testo del filosofo Romano Gasparotti e fonda il "Contrafact Quartet" con Paolo Birro, Alfred Kramer e Stefano Senni.

Nel 2009 insegna presso il Conservatorio di Musica "A. Pedrollo" di Vicenza tenendo i laboratori di improvvisazione, composizione e Big Band dei corsi specialisitici del biennio jazz. Nel maggio dello stesso anno suona e registra il cd "The lydian trip" con la "Lydian sound orchestra" diretta da R. Brazzale, premiata nel referendum della rivista Musica Jazz come migliore formazione orchestrale jazz nel 2008; con questa partecipa ad alcuni prestigiose rassegne musicali italiane come Crossroads, Roccella Jonica Jazz Festival e MITO a Milano.

Forma inoltre un nuovo progetto con la cantante Elena Camerin dedicato alle opere dello scrittore Italo Calvino dal titolo "Lezioni Americane" suonando alle rassegne Jazz & D'Intorni e Trieste Loves Jazz con ospite il trombettista statunitense Ron Horton. Con questo progetto si esibisce nel Novembre 2009 presso l'Ibeam studio e presso L'Istituto Italiano di Cultura entrambi a New York.

Dal 2010 è Direttore Artistico della rassegna JAM che si svolge sul territorio della Riviera del Brenta e Miranese il cui programma si articola in numerosi appuntamenti tra concerti conferenze e workshop.

Notevole la produzione discografica nel 2011 con le pubblicazioni dei cd "The Emptybottlemarket" (con Nicola Bottos, Simone Serafini e Klemens Marktl) e "Nigredo" (con Carlo Alberto Canevali e Alessandro Fedrigo) per l'etichetta discografica nBn records di Rovereto, dei cd "Panorami", Splas(h) records e "Open Close", Blue Serge records, entrambi in collaborazione con il noto chitarrista Lanfranco Malaguti. Di prossima pubblicazione per la Radar records di Perugia la registrazione con il chitarrista napoletano Enzo Amazio e "Jazz Loft" a nome del flautista Massimo de Mattia per l'etichetta friulana "Artesuono" che sarà edito come inserto della rivista Musica Jazz.

Nel 2012 pubblica con l'etichetta Nusica.org il cd "Idea F" a nome dell'XYQuartet gruppo di cui è co-leader insieme a Alessandro Fedrigo, e il nuovo cd del quartetto di Lanfranco Malaguti "Galaxies". Nello stesso anno partecipa a un tour di concerti in Asia che lo porta in Taiwan, Cina, Hong Kong e Macao. Nel sondaggio annuale della rivista Jazzit è tra i primi dieci alto sassofonisti italiani e "Idea F" tra i 100 dischi dell'anno.

Nel 2013 realizza il secondo cd del quartetto a suo nome dal titolo "Metamorfosi", il terzo cd del quartetto di Lanfranco Malagutti "Chrysalis" e per l'etichetta "Improvvisatore Involontario di Catania il cd in trio con Francesco Cusa e Gabriele Evangelista "Sphere" dedicato alla musica di Thelonious Monk.
Nel luglio dello stesso anno è in tour in Italia in quartetto con il chitarrista Miles Okazaki, uno dei più interessanti artisti della nuova scena newyorkese.

Nel 2014 incide il secondo lavoro discografico "XY" con XYQuartet (presentando il disco a Novara jazz, Centro D'Arte di Padova, Valdarno Jazz, Ambria Jazz) e fonda un nuovo progetto CREI, acronimo di Composizione Ricerca e Improvvisazione, che ha visto il suo esordio con l'esibizione di un composers ensemble di dieci elementi presso il MusiCafoscari Jazz Fest. In quest'occasione comincia la collaborazione con l'università Ca' Foscari di Venezia per la quale tiene laboratori di composizione e improvvisazione.

IMG_4940.jpg